logoCPIAPA2
image-677
erasmusplus
erasmusplus

INFO AND CONTACTS

INFO AND CONTACTS

logoCPIAPA2
logoMIUR

facebook
youtube

01 234 56789

01 234 56789

cpiapa2.erasmus@gmail.com

cpiapa2.erasmus@gmail.com

© Cpia Palermo 2 - valeriamonti.net

CPIA PALERMO 2 | TERMINI IMERESE 2020

CPIA PALERMO 2 | TERMINI IMERESE 2020

Sicilia chiama Europa

 

Lingue, nuove tecnologie, comunicazione interculturale

e integrazione sociale dei migranti nei Cpia

 

Il progetto

L’ingresso in Italia di giovani/adulti stranieri, ha modificato il profilo di chi frequenta i corsi di istruzione e il profilo delle competenze linguistiche/interculturali richiesti al docente. Si è passati da un’utenza adulta ad una mista in termini di età, bisogni, nazionalità. La presenza di immigrati, costituisce più dell’80% dell’utenza. È necessario costruire un modello formativo che risponda ai bisogni di classi dalla fisionomia nuova e garantire un profilo di competenze per i docenti adeguato alle nuove esigenze. La formazione dei docenti è determinante per l’innovazione e deve essere arricchita da esperienze in ambiti didattici europei per l’acquisizione di competenze linguistiche specifiche, di nuove strategie metodologiche per la creazione di ambienti di apprendimento adeguati alla nuova utenza, che utilizzano le nuove metodologie e gli strumenti digitali (TIC), di competenze interculturali per comprendere e comunicare con persone di altre culture e riconoscerne il valore come risorsa. Lo staff dei docenti ha preso coscienza di alcuni fattori di criticità: le inadeguate competenze linguistiche (inglese e francese, lingue ponte) che ostacolano in fase di accoglienza la conoscenza della persona, il riconoscimento delle competenze in ingresso e la valorizzazione delle risorse personali; le inadeguate competenze digitali e metodologiche che facilitino i processi di apprendimento della lingua italiana per i migranti; la non consolidata competenza interculturale per comprendere appieno le culture dei soggetti in formazione, valorizzarne le risorse e guidarne l'integrazione nella nuova società;

la mancanza di strumenti per ampliare l'offerta formativa che garantisca maggiori possibilità di inserimento sociale/lavorativo degli allievi migranti.

Si perseguiranno pertanto i seguenti obiettivi:

iconageolocal

Fase 2

(in_Filandia)

iconageolocal

Fase 4

(in_Irlanda)

iconageolocal

Fase 3

(in_Inghilterra)

Fase 1

(in_Irlanda)

iconageolocal

Acquisizione di competenze specialistiche di lingua inglese, lingua ponte, attraverso un corso strutturato presso il NUI Galway’s English Language Centre di Galway in Irlanda. Si tratta di un corso di lingua straniera specialistico con attenzione al linguaggio per l’accoglienza, per la valutazione in ingresso delle competenze formali informali e non formali, per la stipula del patto formativo. Possono partecipare: dirigenti, amministrativi, docenti

›››› scopri di più

Osservazione di buone pratiche (organizzative, metodologiche e didattiche) nelle scuole di Galway (Irlanda) che ospitano migranti e presso le organizzazioni locali che si occupano di accoglienza e integrazione socio-lavorativa. L’esperienza sarà occasione di confronto e scambio per una futura applicazione, nel nostro contesto scolastico, delle pratiche osservate (Job Shadowing). Possono partecipare: dirigenti, amministrativi, docenti.

 

›››› scopri di più

Acquisizione di competenze nelle TIC e nelle nuove tecnologie digitali, per l'insegnamento a discenti migranti in classi multilingue e multiculturali attraverso la frequenza di un corso strutturato presso l’Ente EUNOS/VARIA in Finland.

Possono partecipare: dirigenti, docenti.

 

›››› scopri di più

Acquisizione di competenze di comunicazione interculturale per acquisire e maturare la consapevolezza del valore dei migranti come risorsa, attraverso la frequenza di seminari e giornate studio strutturate presso il department of Modern Languages and Culturesat the University of Westminster”. Durante il corso sarà possibile effettuare una breve esperienza di jobshadowing presso la medesima Università in cui i migranti vengono integrati come lettori madrelingua. Possono partecipare: Dirigenti, docenti.

 

›››› scopri di più

alex-shutin-205126

Le competenze

Le competenze e le esperienze acquisite grazie alla mobilità implementeranno il bagaglio di competenze dei docenti e contribuiranno a diffondere una nuova consapevolezza interculturale nell’ottica di una cooperazione europea nell’insegnamento e nell’apprendimento.
La formazione svilupperà nei docenti più adeguate competenze linguistiche per affrontare il bisogno di comunicazione con un’utenza alloglotta. Le nuove competenze linguistiche miglioreranno l’accoglienza e la verifica delle competenze in ingresso dei migranti e faciliteranno l’acquisizione di nuove strategie metodologiche utili a creare adeguati e motivanti ambienti di apprendimento per aumentare la qualità dei servizi e dell’offerta formativa. A conclusione del progetto l’azione di disseminazione riguarderà l’affiancamento agli altri docenti nelle fasi di accoglienza; il trasferimento delle TIC e strategie di insegnamento che utilizzano le TIC per facilitare l’apprendimento della lingua italiana; il trasferimento delle conoscenze/competenze di comunicazione interculturale attraverso seminari appositamente organizzati al termine della fase 3 di progetto; la condivisione e l’eventuale applicazione sul territorio delle buone pratiche osservate in termini di organizzazione didattica e orientamento/accompagnamento al lavoro.

christopher-jenseth-182801

La diffusione

Sono parte interante delle azioni di disseminazione i seminari iniziale di presentazione del progetto e finale di presentazione dei risultati. Saranno invitati a partecipare, non solo i docenti del consorzio, ma tutti i docenti dei CPIA regionali e gli stakeholder del territorio.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder